Biografia

Chicco Margaroli nasce ad Aosta nel1962.

Dopo la maturità classica frequenta l’Accademia di Belle Arti di Torino, diplomandosi con Nino Aimone nel 1987 a pieni voti.
Collabora come professionista nel campo della pubblicità e dell’editoriacurando il settore illustrativo.

Dal 1989 inizia ad esplorare le grandi dimensioni applicando l’illustrazione all’architettura d’interni.

• 2019

Inaugurazione Omama Social Hotel ad Aosta. Direzione Artistica e realizzazione installazioni d’arte permamenti

Installazione di land art Looking for al Castello Savoia di Gressoney St. Jean, Valle d’Aosta.

Installazione Natura del Presente a Villa Barbaro di Maser, per la mostra Casa di Vita, Armonia del tempo

Margotte a Maison MAIN, per la mostra Arte Contemporanea vs Artigianato.

Don’t collection per M’AMASEEDS, alla Lawrence Gallery di Berlino.

• 2018

Al Macro Testaccio di Roma con Buio, in collaborazione con Andrea Carlotto.

Dubai, presentazione di Flow dance by DZOYÉ durante la Arab fashion Week, in partnership con la stilista libanese Aiisha.

La Stanza dell’Impermanenza, a Villa Giulia, Verbania.

• 2017

Ciò Che Resta, workshop all’Accademia Belle Arti di Sassari.

Presentazione delle opere Don’t waist e Globes al M’AMA.Art Bistrot di Berlino, per l’esposizione “Cibo ad Arte”.

Con la capsule collection DZOYÉ, A Spasso Con la Natura: L’Ontano per un Antico Cammino, partecipazione alla XVIII edizione di Messertulipano, al Castello di Pralormo, Torino.

Progetto Evapotraspirazione in collaborazione con Stefano Passerotti, per RadicePura Garden Festival a Giarre, Catania.

• 2016

Alla Biblioteca Angelica di Roma, Oltre il libro, tra i 4 vincitori della sezione Scultura.

Singapore Garden Festival 2016, con Stefano Passerotti per il progetto Nature Resolution, vincitore assoluto medaglia d’oro e Best of Show.

• 2015

Holy Mistery, in occasione dell’Ostensione della Sacra Sindone, al Centro Congressi della Chiesa del Santo Volto di Torino.

Castello Gamba di Chatillon la personale Passaggio a dimora, a cura di Marco Maggi, luglio 2015.

Ricordati di fiorire, personale, in collaborazione con Andrea Carlotto per M’AMA.Art, Roma.

• 2014

“20×1, 20 regioni per un’Italia, 20 artisti per una mostra” – Zagabria Galleria Klovicevi Dvori – Vienna dal 6 maggio al 2 giugno 2014 e a Bratislava dal 4 giugno al 6 luglio 2014.

Luoghi del Contemporaneo, Fondazione Igav Castiglia di Saluzzo.

Opere varie in materiale organico per il Festival See Science al Museo Muse di Trento.

Collaborazione con il land scaper Stefano Passerotti per il progetto Allure, vincitore della gold medal al Festival Hampton Court Flower Show, Londra.

Al MART di Rovereto con il workshop Perduti nel paesaggio.

Bivacchi per la mostra “MontBlanc” in Val Ferret a cura di Glorianda Cipolla e Laura Cherubini.

• 2013

Oltre il paesaggio mistico (Beyond the mystical landscape) Isola di San Francesco del Deserto – Laguna di Venezia (Burano). Nell’ambito delle iniziative istituzionali del Ministero per i Beni e le Attività culturali, promosse dal Servizio Architettura e Arte Contemporanee della Direzione Generale PaBAAC, in occasione della 55esima Esposizione Internazionale d’Arte della Biennale di Venezia 2013.

MDM Portocervo Sardegna, opera Italian Dream per M’AMA.Art.

Partecipazione a Mostra Tracce a “l Castel” Pont Saint-martin, Valle d’Aosta.

Presentazione libro JUS alla Camera dei Deputati e all’Ara Pacis, Roma.

Installazione F.lotta per Istituto Garuzzo Arti Visive e Ministero degli Affari Esteri, circuito della Biennale Parallela di Mosca. Curatela Martigna Corgnati.

• 2012

“20 x 1” MACLA Museo de Arte Contemporaneo Latinoamericano, Istituto Garuzzo Arti Visive e Ministero degli Affari Esteri. Con circuitazione a Cordoba – Espacio cultural MUMU; Buenos Aires – Centro Cultural Borges; Montevideo – Uruguay.

Opera Dirigi-bile a fondazione IGAV, Castello di Saluzzo, a cura di Martina Corgnati, allestimento Alessandro Demma.

Installazione F.lotta alla Galleria “Le 5 Lune” di Roma, per M’AMA.Art.

Alimentazione, la Sfida del Nuovo Millennio, l’Erma di BRETSCHNEIDER.

ACD, Arte Canapa Design Champorcher, Gressoney-Saint-Jean, Courmayeur, a cura di Gabriella Anedi de Simone e Mariagiovanna Casagrande.

• 2011

Nuove Forme nello Spazio della Tradizione, Satellite Regionale Biennale di Venezia al Forte di Bard, Aosta.

Con.fine Naturale, personale a Saint Rhémy en Bosses, Valle d’Aosta. A cura di Alessandro Parrella.

A Castiglia di Saluzzo, Saluzzo (CN) Dalla Cella all’Atelier, collezione permanente IGAV, a cura di Martina Corgnati e allestimento di Alessandro Demma.

• 2010

À Tout Art, collaborazione per video-scenografie con Luca Bich e Jean Claude Oberto per 5 concerti.

Libro Ciclico per “Entre Glaces et Neige”, mostra collettiva a Saint Benin, Aosta: A cura di Laura Cherubini e Glorianda Cipolla.

Trasparenze, l’arte per le energie rinnovabili, al MACRO Future di Roma e al MADRE di Napoli.

Fabula in Art, seconda edizione del progetto Fabula, curatela Laura Cherubini e coordinatore Sauro Bocchi.

Futuro Remoto a Città della Scienza, Napoli.

Estasi dei Sensi, Biennale Arte Ferrara al Castello Estense, a cura di Francesca Mariotti.

Settimana Europea per la riduzione dei rifiuti, video “ Tira e ammira”, prodotto con Luca Bich e Eubage per Assessorato Ambiente e Territorio della Valle d’Aosta. “La Cultura dell’Ospitalità”, Museo Archeologico di Aosta, collettiva. A cura di Alessandro Parrella.

• 2009

Fabula, San Salvatore in Lauro, Roma. Evento patrocinato e sponsorizzato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, Ministero dei Beni Culturali.

Performance in diretta per “Un après midi d’un faune” con Orchestra Sinfonica della Valle d’Aosta.

The Snowshow a Courmayeur, a cura di Glorianda Cipolla.

• 2008

Presentazione video Cut-e per la personale Specchio Leggero, alla galleria d’arte Via Metastasio, 15 a Roma.

Quotidiano in crema, Galleria della Fondazione Orafi, Spoleto.

Oro, opere in materiale organico per la Biennale d’Arte Contemporanea Todi.

• 2007

Per il progetto “Maternità”, video Cut-e, realizzato per il museo virtuale progetto FSE per USL Valle d’Aosta.

Castelfranco Veneto e Padova, in collaborazione con il teatro la Fenice, riedizione di “Pierino e il Lupo”.

In collaborazione con SFOM VDA, scenografie teatrali dedicate al tema dell’Ebreo Errante e la musica ebraica.

Presentazione al festival internazionale LETTERALTURA di Verbania del video Heidi, Verde Speranza, in collaborazione con RTS Svizzera e Letizia Bolzani.

Campagna fotografica Mai + per ASL Valle d’Aosta, partecipazione agli avvenimenti per la Giornata Internazionale contro la violenza alle Donne.

• 2004

Installazione Pezzatura di Razza per la Desarpa 2004, nel centro di Aosta. Mostra Castello di Ussel Tatà, pouettes et borioules con elaborazione pittorica su immagini digitali.

• 2002

Inaugurazione della mostra Serbatoi dell’Anima alla Torre del Lebbroso, in collaborazione con il compositore Christian Thoma. Patrocinata dall’Assessorato alla Pubblica Istruzione e Cultura della Valle d’Aosta, presentazione di Alberto Fiz.

Opere al muro, Murazzi, Torino.

Pittura in aria alla Collettiva ,Gressoney St. Jean – Valle d’Aosta. Collettiva Galleria Recalcati, Torino.

• 2006

Esprit Sphérique per la Collezione Legler, galleria Del Gottardo a Lugano.

Per La Fenice e CTR Teatro di Venezia, realizzazione di maschere in vescica per la messa in scena dell’opera “Pierino e il lupo” di Prockovief.

• 2005

Etroubles museo a cielo aperto, À Etroubles avant-toi sont passés, installazione permanente patrocinata da Unione Europea, Ministero del lavoro e delle politiche sociali, Regione Autonoma della Valle d’Aosta, Comune di Etroubles, Fondazione CRT, Fondazione Gianadda, Deval e Ass. Cult. Parrellarte. Contesti critici di Elisabetta Pozzetti. “

T’intimo, personale all’Artgallery di Venezia, a cura di Simonetta Gorreri.

• 2003

MIART, Galleria Spazio Erasmus Brera Milano.

Personale Habits de Soi, all’Espace Vallée d’Aoste Parigi.

Andiamo al Piazzo, Collettiva Nazionale, patrocinata dal Comune di Biella. Fuoricontrollo, alla Galleria Spazio Erasmus Brera, a cura di Mimmo Di Marzio.

Cittazioni, Public Art a Milano, a cura di Mimmo Di Marzio. Performance allo spazio Emporio Armani.

• 2001

Collettiva organizzata dall’Associazione Aido in collaborazione con l’Assessorato alla Pubblica Istruzione e Assessorato alla Sanità della Regione Valle d’Aosta. Presente con nuove installazioni dedicate alla fioritura in alta quota per l’Espace Vallée d’Aoste a Parigi.

• 2000

Partecipazione all’inaugurazione della sede “Espace Vallée d’Aoste” a Parigi, con l’installazione artistica Gallicinium dedicata al tema del valico. Per la seconda edizione, nuove installazioni artistiche dedicate alla bella stagione Umico discioglimento.

Partecipazione alla millenaria Fiera di St. Orso in Valle d’Aosta, con il gruppo A.A.A. e la collezione di mobili dipinti Oléosé.

Collettiva alla manifestazione Desarpa, patrocinata dall’Assessorato all’Agricoltura della Valle d’Aosta con una mucca in fibroresina tridimensionale a dimensioni reali.

Ancher de l’art, asta in favore della ricostruzione dei laboratori didattici del plesso scolastico di Nus, distrutti dall’ultima alluvione.

• 1999

Inaugurazione della personale Potatura di Ritorno, con 24 opere e un’installazione esterna dedicata agli alberi monumentali della regione Valle d’Aosta. In collaborazione con l’Assessorato alla Pubblica Istruzione e Cultura della Valle d’Aosta. Presentazione di Paolo Levi, catalogo Elede Edizioni.

• 1998 – 1990

In occasione della Giornata Europea del Patrimonio Artistico e Culturale, l’iniziativa Histoires des materiaux, patrocinata dalla segreteria generale del Consiglio d’Europa nella persona di M. Daniel Tarschys; vincitore del Prix Journées Européennes du Patrimoine dal Consiglio d’Europa e dalla Fondazione Roi Baudouin. L’opera è stata esposta al salone Museum ‘99 a Ginevra e all’edizione lionese. 1996, Collettiva all’Alliance Française di Aosta per la mostra Il tatto, la touche. 1993, Collaborazione con architetti e restauratori in numerosi interventi pittorici realizzati per enti pubblici, associazioni ed edilizia privata. 1992, Collettiva al Bastione Fiorito del Castello di San Giusto di Trieste. Collaborazione con l’antiquario Colombari a Torino nel ripristino d’arredo d’interni. 1991, Collettiva al Circolo Ufficiali di Torino. 1990, Personale alla galleria privata New Gallery di Aosta. Illustra per i Cahiers d’Art, un racconto di H.Balzac, a cura del Prof. Janus.